Header widget area left
Header widget area right

Gestione delle Interferenze nel BIM

Guido Massantini
0 comments
Simulazioni

La gestione delle interferenze è una parte fondamentale del workflow BIM che permette di verificare, controllare e risolvere le problematiche tra gli elementi del modello multidisciplinare.

Nei grandi progetti la gestione delle strutture, degli impianti e dell' architettonico non è mai affidata ad un'unica società, ma a diverse strutture con sedi in città, e spesso anche in stati, diversi. E' compito del Construction BIM Manager dover verificare e controllare queste interferenze, in modo che tutti i problemi riscontrati siano risolti prima di arrivare in cantiere. Mediante strategie di processo, conoscenze dei software ed esperienza sul campo il Construction BIM Manager crea un vero e proprio cantiere virtuale, dove le varie fasi di realizzazione dell'opera vengono simulate per riuscire a individuare tutte le problematiche e comprendere la migliore modalità di risoluzione.

Le interferenze individuate tramite la clash detection sono state standardizzate e suddivise in tre differenti tipologie: hard clash, soft clash e workflow clash (4D).

Le hard clash sono quelle interferenze caratterizzate da un'effettiva intersezione di due o più oggetti. Un tubo dell'acqua che si sovrappone ad un condotto dell'areazione o l'impianto anticendio che va in conflitto con le strutture sono gli esempi più classici.

Qui sotto possiamo vedere come gli impianti e lo strutturale  entrino in conflitto in più punti.

Hard clash

Le soft clash (altrimenti dette Clearance Clash) sono quelle interferenze caratterizzate da una vicinanza inadeguata tra due elementi. Se ad esempio alcuni impianti si surriscaldano è necessario che siano debitamente spaziati per evitare di danneggiarsi o danneggiare gli elementi adiacenti.

Soft clash

Le workflow clash sono tutte quelle interferenze che si verificano tra le varie fasi al momento della costruzione. E' il tipo di interferenza più sottovalutata ma spesso è anche la più costosa e difficile da risolvere. Potrebbe infatti essere impossibile montare un determinato elemento se prima ne viene montato un altro, la consegna dei materiali potrebbe essere programmata in ritardo rispetto alla lavorazione in cui devono essere impiegati, o addirittura potrebbe essere molto pericoloso per gli operai lavorare ad una fase mentre ci sono dei macchinari in movimento nelle vicinanze.

Il team di BIMon si occupa di gestire e risolvere tutti questi problemi per supportare la progettazione e garantire una realizzazione dell'opera migliore, più veloce ed più economica. Questo è un esempio di grande opera realizzata nella quale abbiamo effettuato la simulazione di cantiere e individuato le interferenze tra le diverse discipline di progettazione attraverso la clash detection. Questo tipo di implementazione del BIM su di un progetto complesso multidisciplinare ha permesso alla committenza di risolvere moltissime problematiche prima dell'apertura del cantiere e determinare con certezza tempi e costi di realizzazione dell'opera e chiusura dei lavori.

Tags: ,
Guido Massantini
Construction BIM Specialist at BIMon.

Comments are closed.